Arysta

INAUGURAZIONE OLIVE EXCELLENCE CENTER

news-image

Il 15 febbraio si è svolta a Cordoba (Spagna) l’inaugurazione del centro di eccellenza sull’olivo: una collaborazione sinergica tra l’università di Cordoba e il settore ricerca e sviluppo di Arysta.

L’evento inaugurale, che ha alternato momenti di divulgazione scientifica alle nuove proposte tecniche di Arysta oltre che alle pratiche colturali innovative, è stato moderato dal Prof. Antonio Trapero, ordinario di Patologia vegetale presso l’univesità di Cordoba e da Rafael Perez, direttore marketing di Arysta Lifescience Spagna.

Si sono susseguite diverse presentazioni su importanti novità in ambito fitoiatrico dell’olivo, in particolare la nuova formulazione a base di Dodina micronizzata, il Syllit 544, esclusiva di Arysta nel contenimento delle più importanti patologie dell’olivo: Occhio di Pavone, Antracnosi e Rogna.

Il nuovo formulato infatti, oltre ad una miscibilità ed un profilo ecotossicologico migliore rispetto alle precedenti formulazioni a base di Dodina Liquida, presenta un’elevata attività curativa oltre che preventiva, una notevole resistenza al dilavamento entro poche ore dal trattamento ed un’attività a basse temperature, caratteristiche che consentono rispetto ai rameici un notevole miglioramento nel controllo dell’occhio di pavone: l’azione curativa infatti non causa la caduta delle foglie colpite dal patogeno, non bloccando quindi lo sviluppo vegetativo e di conseguenza non interferendo con gli equilibri vegeto-produttivi consentendo una riduzione dell’alternanza di produzione.

Oltre alla tematica fungicidi sono state approfondite le tematiche delle buone pratiche colturali, in particolare l’uso razionale di erbicidi e le novità nell’ambito del diserbo di Arysta Lifescience per la gestione delle malerbe resistenti.

Come ospite dell’evento, la Prof.ssa De Miccolis, dell’Università degli studi di Bari, ha presentato lo stato dell’arte sullo studio degli induttori di resistenza, in particolare della loro azione a livello di espressione genetica su diverse specie vegetali.

A conclusione dell’evento si è svolta una visita presso i campi sperimentali dell’Università di Cordoba, dove sono state svolte diverse prove di contenimento delle patologie fungine dell’olivo con un occhio di riguardo alle nuove tecnologie e ai metodi di contenimento biologici, su cui da sempre Arysta Lifescience ha focalizzato i propri sforzi nello sviluppo di Biosolution.